“Ischia, un’isola di…” pubblicazione completa – Puntata n1

comeicinesi
Poesia generica
del 23/03/2011 215 visite 0 voti

Catalogo
M.G. s.a.s.
023

Roberta Panizza – La Presanella – Vermiglio LA MIA ISOLA
023

Bruno Mancini – Frassitelli – Isola d’Ischia
AD ANNA PERRELLI

Ischia, un’isola di…

Antologia a cura di

Roberta Panizza e Bruno Mancini

Edizione limitata

Patrocinio del
Comune di Venarotta

Tutti i volumi sono datati, numerati e firmati da un autore.

Ischia Porto Copia numero
INTRODUZIONE

Sotto l’egida dell’Isola Verde, autori ormai pionieri dei nostri progetti e voci poetiche nuove, si incontrano ancora una volta tra le pagine di una raccolta che non a caso in questa occasione porta nel titolo tutta l’indeterminatezza di un viaggio non organizzato volendo, con esso e con i contenuti che preannuncia, stimolare il desiderio di scoperta e di ricerca insiti certo, più o meno marcatamente, in ognuno di noi: “Ischia, un’isola di…” lascia quindi spaziare liberamente il lettore, persino con la fantasia, nel percorso non solo poetico, ma anche geografico che si snoda tra versi multicolori e, parallelamente, tra lussureggianti paesaggi da ammirare nella loro maestosa e quieta bellezza.

Così come in passato Ischia è stata infatti catalizzatrice di fermenti culturali che ha poi proiettato verso il resto dell’Italia e all’estero – e che con le nostre iniziative vogliamo modestamente contribuire a rievocare -, inevitabilmente anche la bellezza che si può godere sulle sue sponde e nel florido ambiente naturale del suo interno, non può non richiamare diverse ma consimili bellezze le quali, pur in luoghi lontani dalle sue rive, meritano, anch’esse di essere contemplate.

Ecco quindi che accanto alle immagini del mondo che con queste antologie facciamo idealmente ruotare attorno all’isola d’Ischia, possono essere ammirate riproduzioni di quadri di pittrici e disegnatrici che sembrano colloquiare da una capo all’altro del globo coi loro personali e certo originali linguaggi artistici, in un dialogo, non verbale, ma assolutamente ricco di contenuti e di significati che si snoda dalle verdi sponde fino addirittura alla lontana Lettonia.

Si lasci quindi trasportare il lettore in questo viaggio dell’anima e dei sensi, e siamo certo che la sua serenità ne trarrà giovamento.

Questo volume contiene:

Copertine di Roberta Panizza

Presentazione

Introduzione

Dedica

Poesie di

Bruno Mancini

Roberta Panizza

Luciano Somma

Nunzia Binetti

Liga Lapinska

Umberto Maselli

Virginia Murru

Clementina Petroni

Alberto Liguoro

Fabio Salvi

Pietro Massaro

Marta Zemgune

Dalila Liguoro

Franco Calise

Elia Belculfinè

Davide Castiglione

Domenica Luise

Sacha Savastano

Immagini di

Roberta Panizza

Bruno Mancini

Virginia Murru

Liga Lapinska

Clementina Petroni

Fabio Salvi

Nunzia Zambardi

Katia Massaro

Franco Trani

Chicco Cecchi

Dalila Liguoro

Libere interpretazioni di poesie Lettoni proposte da

Bruno Mancini

Roberta Panizza

Antonio Mencarini traduce poesie di

Bruno Mancini

Roberta Panizza

Luciano Somma

Brevi note per gli Autori delle immagini

Cedola commissione libraria

Indice

PRESENTAZIONE

Chi segue i progetti di promozione della Poesia da noi portati avanti, sa che le precedenti antologie poetiche hanno potuto contare su una diffusione che è andata ben oltre la semplice localizzazione a carattere regionale, e ciò grazie ad importanti sponsorizzazioni tra cui le più interessanti possono essere considerate, per “Ischia un’isola di poesia”, quella collegata alla speciale campagna pubblicitaria proposta da alcune aziende associate alla catena di “Franchising Fruscio” e anche la successiva edizione della cui gratuita distribuzione si è fatto carico il noto politico ischitano Gaetano Colella, mentre, per “Ischia, un’isola d’amore” vanno principalmente segnalati il prestigioso abbinamento offerto dalla Delphis Mediterranean Dolphis Conservation e l’affascinante presentazione organizzata dagli Hotels Miramare & Castello e Mareblù di Ischia mediante una lunga serie di serate culturali.

I due testi sono stati inoltre ampiamente recensiti da una ricca e favorevole rassegna stampa, che ha avuto come indiscusso capofila e promotore il più importante quotidiano dell’isola verde ossia “Il Golfo” distribuito unitamente al “Roma” che è uno dei più antichi quotidiani italiani.

L’autorevole rete televisiva Tele Ischia, anche tramite web, ha dato ampia eco alle iniziative sopra citate e ciò principalmente attraverso notiziari informativi mandati in onda nelle ore di punta, ma anche tramite una lunga serie di interviste nelle quali sono stati coinvolti gli Autori e gli Sponsor partecipanti ai progetti ed infine proponendo – con numerose repliche – la presentazione di uno speciale programma di oltre un’ora in cui Nicola Pantalone ha alternato alla lettura delle nostre poesie ricordi ischitani e musiche tra le più famose.

Dal 4 Gennaio 2010 radio Sonora ha mandato in onda una serie di puntate nelle quali sono state lette le poesie pubblicate nell’Antologia “Ischia, un’Isola di poesia”.

“Ischia, un’isola di…” è quindi la terza delle Antologie Poetiche che va ad inserirsi nel progetto “La mia isola” mediante il quale vorremmo raccogliere, infine, con le prossime pubblicazioni, il gruppo dei cento poeti a nostro avviso più rappresentativi di quella cultura letteraria che viene quotidianamente proposta attraverso i siti di scrittura e che la “grande e media” distribuzione nazionale ignora del tutto, ma che gli Hotels Miramare & Castello e Mareblù di Ischia tengono ben in considerazione in quanto hanno deciso di ripetere l’importante manifestazione organizzata per la precedente antologia, riproponendola per questa nei giorni dal 18 al 25 luglio 2010. In tali date “Ischia, un’isola di…”sarà ufficialmente presentata al pubblico nell’ambito di una serie di serate ricche di interessanti proposte culturali.

A mano a mano che procede il processo d’inserimento di nuove voci poetiche, ecco che si rendono altresì maggiormente evidenti le forti differenze che spingono autori delle più varie provenienze geografiche e culturali a tracciare percorsi innovativi unicamente concessi a chi sia dotato di grande personalità.

Scrivendo “innovativi” non ci riferiamo solo ad un uso anomalo o spregiudicato della parola e della composizione stilistica dei poemi, ma anche ad alcune svolte iperrealistiche che avvicinano il poetare alla riproduzione del visibile e dell’esistente.

Tra astrattismo e fotografia, nessuno dei poeti che presentiamo sfugge alla determinazione, a volte inconscia, di entrare nella metafisica delle immagini e dei sentimenti proposti, per quanto ciascuno di loro aspiri alla ricerca prima , e all’abbandono estatico poi, di prospettive che siano le più ampie ed universali possibili e proiettate verso lo sconfinato eterno delle proprie emozioni.

Non saremo noi a focalizzare l’attenzione di voi Lettori verso i particolari elementi stilistici tra di loro divergenti presenti negli scritti che proponiamo in questa opera, oppure viceversa sottolineare come a poetesse della Lettonia, Liga Lapinska e Marta Zemgune, si possano ascrivere indubbie sottolineature di convergenti simmetrie retoriche ed emotive con altri poemi presenti nel volume, a noi preme, infatti, unicamente affermare che abbiamo inteso operare avendo ben presente l’obiettivo di preparare un volume nel quale questi assemblaggi e queste dicotomie non fossero elusi o peggio discriminati in partenza.

“Ischia, un’isola di…” anche nell’indeterminatezza data dai puntini di sospensione vuole essere un volume in cui nasce il germoglio della Poesia di tutte le voci e di tutte le anime.
—–

Il testo si compone di quattro sezioni la prima delle quali raccoglie gli Autori Bruno Mancini, Roberta Panizza e, Luciano Somma già presenti in entrambe le Antologie “Ischia, un’isola di poesia” e “Ischia, un’isola d’amore”; nella seconda sezione sono stati raggruppati gli Autori Nunzia Binetti, Liga Lapinska e Umberto Maselli presenti solo nella raccolta “Ischia, un’isola d’amore”; nella terza sezione presentiamo – baldanzosi esordienti nel nostro progetto – Virginia Murru, Clementina Petroni , Alberto Liguoro, Fabio Salvi, Pietro Massaro, Marta Zemgune, Dalila Liguoro, Franco Calise, Elia Belculfinè, Davide Castiglione, Domenica Luise e Sacha Savastano; infine, nella quarta sezione proponiamo Antonio Mencarini con sue suggestive traduzioni poetiche in inglese di versi scritti da Bruno Mancini, Roberta Panizza e Luciano Somma. Esattamente al termine del volume abbiamo voluto pubblicare alcuni stralci di un documento presentato da Chicco Cecchi, tanto attuale che da solo avrebbe bisogno di molte pagine per essere pienamente valutato nella forza con cui denuncia scempi sociali ed ambientali, nella speranza (sempre proposta da pochi “ben pensanti” e spessissimo disattesa) che, in futuro, il territorio, in questo caso ischitano, sia maggiormente tutelato e salvaguardato.

Alle immagini esposte dalle pioniere Katia Massaro e Nunzia Zambardi, si aggregano le nuove di Clementina Petroni e Dalila Liguoro.

Grazie, buona lettura!

Gli Autori che proponiamo in questa prima sezione

Bruno Mancini

Roberta Panizza

Luciano Somma

sono presenti sia nelle due edizioni dell’Antologia

“Ischia, un’isola di poesie”

(una sponsorizzata dalle Aziende Fruscio di Valerio Biancardi e l’altra sponsorizzata dal Dott. Gaetano Colella),

sia nelle due edizioni dell’Antologia

“Ischia, un’isola d’amore”

(una sponsorizzata dall’Associazione Delphis, e l’altra sponsorizzata dall’Hotel Miramare).
Note dell’autore

I commenti
Nessun commento ancora per questo scritto

Lascia un commento