Crea sito

Musiche Valentina Gavrish testi Bruno Mancini

Musiche Valentina Gavrish testi Bruno Mancini

Giovane- Apache

Musica Valentina d’Ischia

Testo Bruno Mancini

Immagini di Gaetano Iarrobino

Canto e fisarmonica di Valentina d’Ischia

Filmati di Mirna Mancini e di Roberta Panizza

Realizzazione video di Bruno Mancini

Musiche Valentina Gavrish testi Bruno Mancini

Giovane Apache

Scriverò di te innocente,
giovane Apache,
dalla lunga chioma di grappoli
grappoli d’uva rossigna,
tra le fiamme dei tronchi
dei tronchi ardenti sfavillanti
una notte di cielo deserto,
deserto, nel cuore del deserto
deserto, nel cuore del deserto.

Penserò a te malinconia,
giovane Apache,
di attesa e di passioni con occhi
dalle memorie affastellate,
sopra i fumi dei tronchi
dei tronchi assopiti nelle notti
di un cielo deserto, deserto,
deserto nel cuore del deserto
deserto nel cuore del deserto.

Amerò gli sguardi squillanti,
giovane Apache,
per la felice follia dei tuoi
sorrisi all’ombra di chimere,
silenziosi sorrisi
nei profumi dei tronchi spenti
dei tronchi spenti dalla mia ombra
deserta, nel cuore del deserto
deserta, nel cuore del deserto.

Tecla

Testo di Bruno Mancini

Musica di Valentina d’Ischia

Immagini di Mirna Mancini

Musiche Valentina Gavrish testi Bruno Mancini

Tecla

Se oggi mi abbandono
tra le tue braccia
tu non vorrai fuggire
dai miei abbracci.

Mariella Mariella
Gisella Gisella
… Tecla
quanto sei bella

E poi domani ancora
saremmo uniti
nell’estasi di sesso
con tanto amore.

Mariella Mariella
Gisella Gisella
… Tecla
quanto sei bella

Purtroppo io sono maschio
e tu femmina
e il mondo non accetta
strane unioni.

Mariella Mariella
Gisella Gisella
… Tecla
quanto sei bella

Musiche Valentina

Nel buio, donna

Testo di Bruno Mancini

Musica di Valentina d’Ischia

Immagini di Mirna Mancini

Musiche Valentina Gavrish testi Bruno Mancini

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 90

Nel buio, donna.

Stregone e mago
come nei giochi
di me bambino
– di notte –
preparo ampolle
– con i ricordi –
di fogli strani
– abbandonati -.

Nel sole, donna:
sul filo un colpo
di telefono,
sul libro un velo
di colori,
al cuore un laccio.
Le bambole sul letto
le foto alle pareti
i ciondoli
non temono distacchi.

Nel buio, donna:
sul labbro un colpo
di rossetto,
sul corpo un velo
opaco,
ai piedi un laccio.
Le bambole sul letto
le foto alle pareti
i ciondoli
non vedono distacchi.

Uno scrigno per te,
profumo intenso di malizia.

Canto e fisarmonica di Valentina d’Ischia

Carnevale

Musica di Valentina d’Ischia

Testo di Bruno Mancini

Fisarmonica e canto di Valentina d’Ischia

Musiche Valentina Gavrish testi Bruno Mancini

Canzone per Carnevale

È Carnevale,
tu mi hai lasciato con una promessa
cantando: “Aspettami,
un giorno tornerò”

È Carnevale,
e ho visto il tuo culetto allontanarsi.
Ho urlato: “Sì certo,
lo so ti troverò”.

Per vicoli e botteghe
ho mosso il mio delirio incontrollato
la maschera che hai tu
non l’ho trovata più.

Su canali e lagune
ho spinto la mia assurda gelosia
la maschera che hai tu
non l’ho trovata più.

È Carnevale,
tu mi hai lasciato con una promessa,
e guardo alla ti vu
le chiappe d’una indù

È Carnevale,
e ho visto il tuo culetto allontanarsi
la maschera che hai tu
a me non piace più,
la maschera che hai tu
a me non piace più.

Musiche Valentina

Lascia un commento