Ischia, un’isola d’amore – intervista Direttore Mareblù

comeicinesi
Cultura letteraria
del 06/02/2010 239 visite 1 voti

Iniziative culturali Isola d’Ischia

INTERVISTA Al DOTTOR GIOVANNI MONTI
direttore Hotel MAREBLU’

Dottor Giovanni Monti, andando in contro tendenza, la prima domanda che vorrei rivolgerle non riguarda la sua direzionale nell’ambito dell’Albergo Mareblù, ma piuttosto quale è il suo rapporto con l’Arte e come è nato.

Personalmente ho molto interesse verso le manifestazioni culturali e stranamente questo interesse è nato grazie ad un’associazione ischitana che organizza week-end in città dove ci sono mostre di quadri, manifestazioni teatrali di un certo spessore, etc..
La cosa mi ha molto attratto sin dall’inizio e, salvo impegni di lavoro, sul fine settimana mi concedo la mia “distrazione” culturale.

Ischia e la cultura potrebbero rappresentare un binomio vincente turisticamente?

Sicuramente sì, poiché è un luogo che ha ispirato tantissimi artisti e allo stato attuale un simile binomio, potrebbe risultare una strategia vincente per porre rimedio alle ultime non brillantissime stagioni estive e magari prolungarle grazie ad eventi culturali.

Come ha avuto l’idea di presentare nell’Albergo Mareblù da lei diretto questa serie di serate dedicate alla cultura?

Il tutto nasce dalla volontà di far divenire i nostri due alberghi sull’isola e vale a dire il Mare Blu e il Miramare e Castello (una terza struttura è situata a Cortina d’Ampezzo, il Park Hotel Faloria) il punto di riferimento per manifestazioni come quella che ci ha proposto il Signor Mancini e magari facendole conoscere ai nostri concittadini, i quali in molti non sanno che il Miramare e Castello dispone di un eccellente ristorante, aperto anche al pubblico, direttamente sul pontile antistante l’albergo e la cosa più affascinante, sotto le stelle.

Il programma proposto dal Signor Mancini, che alla sua presentazione ci era sembrato tanto ma innovativo quanto degno di attenzione, ora si è dimostrato capace di unire la Poesia e l’Arte in generale con gli interessi promozionali di Aziende come le nostre sempre attente a rendere un messaggio conforme alle prestazioni offerte.

E, se pensiamo che il grande Maestro Arnoldo Foà ospite del Miramare e Castello ha benevolmente accettato l’omaggio del volume, firmandone una copia per gli Autori, ciò per noi significa che anche dal punto di vista prettamente culturale il nostro obiettivo, ovviamente condiviso dal Signor Mancini e da tutti gli Autori presenti nell’Antologia, è stato pienamente raggiunto, invogliandoci a creare i presupposti affinché il gruppo “Mancini” possa presentare nuove iniziative dello stesso livello con la sponsorizzazione dei nostri Alberghi Miramare e Mareblu..

Quali sono gli appuntamenti che hanno caratterizzato queste vostre serate all’insegna della cultura e dello spettacolo?

Protagonista assoluta di tutte le sette sere di manifestazioni è stata l’Antologia poetica “Ischia , un’isola di poesia” che i nostri alberghi hanno sponsorizzato con l’inserimento di oltre trenta pagine d’immagini che ritraggono tutte le tipologie di servizi che offriamo.
Poeti ed Artisti provenienti da varie regioni italiane si sono alternati nella lettura dei testi anch’essi scritti da Poeti di differenti origini geografiche. Non abbiamo presentato quindi una poesia locale ma nazionale, ed anzi internazionale se si pensa che alcune liriche sono state scritte da una poetessa Lettone (Liga Lapinska) ed altre poesie sono state presentate nella traduzione inglese di una pittrice scrittrice americana (Pamela Allegretto Franz).

La scenografia è stata allestita nel locale piano bar del Mareblù
esponendo su cavalletti opere pittoriche di tre differenti pittrici (Daniela Baldassari, Nunzia Zambardi e Vera Mancini), opere che si sono fatte notare per luminosità e piacevolezza cromatica pur nella assoluta differenza degli stili proposti.

La notissima attrice cantante Lucia Cassini (basti ricordare che ha lavorato a fianco di Walter Chiari, Carlo Dapporto, Oreste Lionello, Gianfranco D’Angelo Enrico Maria Salerno, Pippo Franco, Leo Gullotta… ed è stata diretta finanche da Federico Fellini ne “La città delle donne… ed in televisione l’abbiamo vista in “Piccolo mondo” con Silvio Noto, “I sogni nel cassetto” con Mike Buongiorno, “Domenica in” con Pippo Baudo, “All’Arca, all’Arca” su Rai 2, di Eros Macchi, ecc) ha dato un tocco di spensieratezza ed allegria che non guastano mai, accompagnata al piano dal nostro valente Maestro Pasquale Trani.
E sarà ancora con noi nella serata conclusiva di sabato 11 Luglio alle ore 21.

Venerdì 10 Luglio il programma presenta la compagnia teatrale Arteteka del bravo Salvatore Ronga che si esibirà nella lettura di alcune tra le più significative liriche proposte nell’Antologia.

Sono stati notati spettatori di eccezionale competenza come, per fare un solo nome, la Direttrice della Biblioteca Antoniana Lina D’Onofrio.

Ha letto l’Antologia poetica “Ischia, un’isola d’amore” e cosa ne pensa?

Ho avuto modo, nei pochi ritagli di tempo che il mio lavoro mi concede durante questo periodo di alta stagione, di leggere alcune delle poesie presenti nell’Antologia ”Ischia, un’isola d’amore” sponsorizzata dai nostri Alberghi, ed ho subito apprezzato la naturalezza con la quale gli Autori descrivono ciò che sentono di comunicare agli altri, apprezzando nel contempo la magistrale ed attenta visione letteraria ed artistica proposta dai due curatori Roberta Panizza e Bruno Mancini.
Infatti, l’inserimento delle immagini promozionali dei nostri alberghi, le riproduzioni dei lavori pittorici degli artisti impegnati nell’opera, le precise presentazioni degli Autori dei testi e delle immagini, e le perfette descrizioni delle caratteristiche ricettive dei nostri alberghi, sono stati direi fusi in una perfetta amalgama con i testi poetici degli Autori provenienti da varie regioni italiane e finanche da una nazione molto distante da noi come la Lettonia.

Quale è il messaggio che intende mandare per promuovere l’interesse verso la Poesia?

Rivolgendomi questa domanda, mi viene in mente quando ero alle scuole superiori, per l’esattezza all’istituto tecnico commerciale, ed il mio professore di lettere Balestriere Pasquale, noto autore ischitano di poesie, ci insegnava a leggere le poesie e noi quasi stufi nei banchi cercavamo di ascoltarlo. Erano i tempi dell’adolescenza e solo oggi posso dire che la Poesia è Cultura, non solo per chi scrive poesie ma anche per chi le narra o le legge per sé.

Quali sono i pregi e quali le carenze dell’Isola d’Ischia sotto il profilo della offerta culturale?

Dal punto di vista dei pregi, Ischia offre tantissime attrattive culturali, potremmo elencarle a partire dal Castello Aragonese, passando per la Torre di Guevara e per il Torrione e per il museo di Pithecusa, ma si veicola troppo poco ciò che la nostra isola offre al visitatore; se ci fosse una spinta, commercialmente parlando, delle nostre attrattive legate ad eventi come manifestazioni che ha organizzato il Signor Mancini e magari con un teatro, allora potremmo dire che la nostra offerta turistica sarebbe a 360°.

Quali sono i prossimi appuntamenti culturali che vedranno lei personalmente e la struttura alberghiere da lei diretta?

Presso il Mare Blu, quest’anno, abbiamo ospitato solo la manifestazione dell’Antologia Poetica “Ischia un’isola d’amore”, mentre presso il Miramare e Castello, come ogni anno, siamo il quartiere generale dell’Ischia Film Festival; l’augurio è che in futuro ci sia la possibilità di ospitare eventi del genere più spesso e magari rafforzare quelli già esistenti.

La ringraziamo e le auguriamo i migliori successi per Lei personalmente e per la struttura Alberghiera che Dirige.

Sono io che ringrazio voi de ”Il Golfo” per l’attenzione con la quale seguite le migliori iniziative proposte sull’isola, e lo faccio sia in qualità di semplice cittadino, sia nella funzione Direttiva dell’Hotel Mareblù.

Note dell’autore

I commenti

Commento 11034
Roberta il 6 feb 10 15:56 ha commentato:
Il Dottor Monti, direttore dell’albergo Mareblù, è una persona squisita e molto efficiente, ci ha permesso di allestire delle magnifiche serate in onore della poesia e dell’arte. Un sincero grazie da parte mia.

Lascia un commento